logo
Wrong email address or username
Wrong email address or username
Incorrect verification code
back to top
Search tags: LGBT-YA
Load new posts () and activity
Like Reblog Comment
show activity (+)
review 2017-11-15 20:29
The Masked Truth - Kelley Armstrong

I was rather impressed by this book. The writing style is pretty good, and the opening prologue is one of the more impactful ones I've seen in a YA novel. Riley is babysitting for these two parents, when suddenly burglars invade the house and kill them. She ends up going to therapy because she's having anxiety over the incident, and the story goes on from there.

 

There's a lot of deaths in this book.

 

The main part of the story involves a hostage situation. Riley is at a therapy sleepover with several other teenagers, and three kidnappers storm the place, armed with guns. At first it seems like it's just a hostage situation and everything will be okay - Riley happens to be the daughter of a (deceased) cop, and feels she knows how all of this works - but not everything goes to plan, and soon we have a lot of dead kids all over the place.

 

In all the confusion, she manages to escape from the kidnappers with one of the other guys in the therapy group - Max, who turns out to suffer from schizophrenia. The doors and windows are all locked, and their kidnappers now seem intent on killing them all. Before long, everyone starts dropping like flies.

 

That's the first part of the book. The SECOND part, strangely enough, is when Riley and Max escape the building and manage to call 911...and the cops suspect Max for being responsible for the deaths of 7 kids and both adult therapists. A bit odd, in my opinion. I would have thought that the author would focus on other aspects, rather than the reasons why Max was framed for mass-murder.

 

Riley is a strong character in her own right. She was alright. Max, too, is a rather interesting person, and the chapters are indispersed with his personal thoughts. He's constantly second-guessing himself, is struggling with his own mental health (he has to cope without his meds for a few hours, which is pretty bad for him), and has this internal voice in his head which seems to be constantly arguing with him. I don't know much about schizophrenia myself, but I thought it was presented rather well. 

 

It did get a bit annoying after a while, though. I just wanted to see how the plot was going to turn out, and instead the author gave me another huge chapter about Max's thoughts on what had already happened.

 

Also, don't ask me why, but he had this really dumb British stereotype surrounding him. He was saying stuff like "Tally ho!" and "Jolly good" as if he was some posh old-fashioned royal out of the middle of the London in the 80s. Yes, he's British, and half the time Max was joking about his mannerisms, but seriously now?

 

I mean, come on. I'm British. No one talks like that anymore. Even the goddamn Queen doesn't talk like that, least of all teenagers! Does the author really not know how to write an English character without resorting to really awkward stereotypes?

 

I wouldn't call it racist or anything - British stereotypes aren't really that insulting (I can't tell you how often someone tries to ask if I drink English tea, and ironically I've never drunk tea). But it looks a bit embarrassing.

 

Here's my other gripe about the book. Loads of teenagers die in the first half of the book, mainly because the gunmen have shot them in some evil or sadistic fashion. It's all very scary and edgy.

 

Or at least it would be, if I actually knew any of these characters for more than a chapter beforehand. Seriously. I was barely introduced to them. The first person dies just a few chapters in, not long after the prologue where a similar thing happened. It was just really jarring and I found it hard to care at times.

 

At one point, one of the other girls gets close to Riley and tells her how brave she is and that she's a hero for keeping everyone together...a character who had said almost nothing up to this point. I was rolling my eyes so hard at her, and, sure enough, she gets shot less than a chapter later.

 

I get what the author is trying to go for here, but could you at least give us a chance to know some of these characters beforehand?? They know each other's names. This is a therapy sleepover, for crying out loud! I wanted to know their backgrounds about their therapy! It was done really well in other books, but here...we just didn't know anything about them! At least, not until the last minute, once it was too late. I had trouble remembering the names of the therapists.

 

Instead, these mentally ill kids are just treated like fodder to be killed off by the gunmen. I guess the author was in a hurry to kill them all off, so she didn't bother to give us much background about them. Oh, and there's a gay kid too. He got sent to therapy by his homophobic dad, and he dies too.

 

Once I got to the end of the book, however, there were quite a few interesting plot twists. Namely about how this wasn't a hostage situation at all, and a lot of things were planned at the start. I expected that all this would tie back to the couple who were murdered in the prologue, and naturally it did. A few nice surprises were in store, and then a few more people die before we really get to know them, and...

 

...oh yeah, and the forced romance. Riley and Max have known each other a day. One. Day. Even Riley herself acknowledges this. I just skimmed over the kisses.

 

Overall, this turned to be very enjoyable, especially towards the end. I probably wouldn't read it again, though. All those plot twists lose their effect after the first time. It was good to see some coverage of mental illness, but the way that loads of characters simply get killed before we've got the chance to know them was a significant flaw in the reading. If you're going to kill seven teenagers, at least make us care about them first.

 

 

 

 

Like Reblog Comment
review 2017-11-14 21:08
Il ragazzo con la valigia - Chris Ethan

Una storia che nonostante i temi trattati riesce ad essere dolcissima e commovente, con un'atmosfera fiabesca e un messaggio chiaro e importante, un messaggio di amore, speranza e denuncia nei confronti di una società che troppo spesso chiude gli occhi di fronte alla sofferenza altrui e maltratta persone che hanno l'unica colpa di non avere un tetto sopra la propria testa. I due protagonisti con il loro background doloroso ti entrano nell'anima e nel cuore. Impossibile non affezionarsi a Pierce, con la sua lingua lunga, un giovane alla ricerca di un posto nel mondo dopo essere stato brutalmente cacciato dai genitori, scandalizzati dalla sua omosessualità e a Rafe che per proteggere la sua mamma è scappato di casa, da un padre violento e omofobo che lo maltrattava e non contento sfogava le proprie frustrazioni sulla moglie , un ragazzo solo e malato che è stato costretto a vendere se stesso e la sua dignità per sopravvivere. I due ragazzi si ritrovano a fare i senzatetto cercando di sopravvivere al loro triste destino. Ed è proprio il destino che li fa incontrare/scontrare, un incontro che cambierà per sempre le loro vite. Ben presto tra i due nascerà una dolce e tenera amicizia che con il tempo e le difficoltà si trasformerà in un rapporto d'amore autentico, un amore che salverà entrambi e li porterà alla felicità, a un futuro luminoso e inaspettato. Una storia meravigliosa, ricca di positività e speranza, che mi sento di consigliare a chi è alla ricerca di dolcezza e romanticismo, al classico happy ending che scalda il cuore ma che non si accontenta solo di questo cercando anche una storia profonda con un grande significato e dei temi importanti. Se è questo che cercate non rimarrete delusi se invece volete qualcosa di più...erotico beh... girate al largo, purtroppo o per fortuna di erotico c'è ben poco anche se vi posso assicurare che la dolcezza e i sentimenti tra i due innamorati riescono a tenere incollato il lettore senza fargli sentire la mancanza di momento più hot e piccanti. Una storia meravigliosa che a mio avviso merita senza dubbio 5 stelline e spero con il cuore di poter leggere in futuro altro sulla dolce coppietta o perché no, sul grande boss Vance, un uomo all'apparenza un po' rude ma di buon cuore che nel libro non ha esitato ad aiutare Pierce e Rafe dando loro non solo la possibilità di lavorare ma anche una spalla su cui piangere, un vero amico di cui mi piacerebbe un sacco approfondire meglio la storia prima e dopo l'incontro con i due senzatetto

Like Reblog Comment
show activity (+)
text 2017-11-14 11:07
Release Blitz - Two Man Advantage

 

 

Two-Man Advantage by Toni Aleo is NOW AVAILABLE!

"Sexy. Emotional. Funny. Aleo's first MM is a spectacular debut into a new genre for her." -NYT Bestselling Author, Melissa Collins

 

 


Amazon → http://amzn.to/2xJqz1b
Nook → http://bit.ly/2hMdL46
iBooks → http://apple.co/2ytnJBw
Kobo → http://bit.ly/2ypjQeM



ADD to your TBR → http://bit.ly/2fbwpW5
FOLLOW Toni on Bookbub → http://bit.ly/2yGqqR6



Wells Lemiere knew the moment he saw Matty Haverbrooke, he had to have him. Matty was quiet, he was talented, he was beautiful, and Wells couldn’t stay away.

As the youngest and most talented son of the NHL Commissioner, Matty had found the burden of family expectations almost too heavy to carry on even his broad shoulders. He had no intention of getting involved in a relationship with Wells. But the heart he’d given up for dead had other ideas.

Their affair was intense and overwhelming, but when Matty couldn’t bring himself to come out and admit he wanted a public future with the man he loved, Wells had no choice but to honor his vow to live openly…and leave Matty behind.

But then he learns Wells is marrying another, and Matty knows he can't let that happen. Can he throw down his gloves and embrace his future with both hands? Or will he pull the door to his closet shut once more?

 

 

 

 

 

 

 

Two-Man AdvantageTwo-Man Advantage by Toni Aleo
My rating: 4 of 5 stars

Matty loves Wells as much or more than he loves hockey. For a hockey player, that is enough in itself. Until family creates a divide and he must choose.

Wells wants more with Matty than he can have, apparently. He wants it all. With Matty running scared from outside interference, Wells wonders will he ever get his happily ever after?

This is such a great story. Well written and going at a great pace. The angst is real, the heat is super smoking hot, and the feelings jump off the page and grabbed me. I cannot wait to hear more about these guys in upcoming books!


***This ARC copy was given in advance for an honest review.

View all my reviews

 

 


About the Author:

My name is Toni Aleo and I’m a total dork.
I am a wife, mother of two and a bulldog, and also a hopeless romantic.
I am the biggest Shea Weber fan ever, and can be found during hockey season with my nose pressed against the Bridgestone Arena’s glass, watching my Nashville Predators play!


When my nose isn’t pressed against the glass, I enjoy going to my husband and son’s hockey games, my daughter’s dance competition, hanging with my best friends, taking pictures, scrapbooking, and reading the latest romance novel.
I have a slight Disney and Harry Potter obsession, I love things that sparkle, I love the color pink, I might have been a Disney Princess in a past life… probably Belle.
… and did I mention I love hockey?

 


Connect with Toni!

Facebook: https://www.facebook.com/tonialeo1
Twitter: https://twitter.com/ToniAleo1
Pinterest: https://www.pinterest.com/toni_aleo/
Intagram: https://instagram.com/tonialeo1/
Bookbub: http://bit.ly/2yGqqR6

 

 

 

 

 

 

Like Reblog Comment
review 2017-11-10 20:39
Seven Days: Friday → Sunday - Rihito Takarai,Venio Tachibana

Che dire? Non mi è piaciuto. In questo manga troviamo una storia che nella sua idiozia e imbecillità poteva avere uno spiraglio di originalità (anche se piccolissimo), una possibilità che viene fin da subito completamente ridicolizzata mettendoci di fronte un Pinco Pallo senza palle che così a caso friendzona qualsiasi tipa gli capiti a tiro dopo una settimana di "conoscenza", per l'esattezza qualsiasi tipa gli chieda di uscire il lunedì mattino....Perché? Quale motivo ti spinge a uscire con una ragazza per poi friendzonarla la domenica? Sei caduto dal seggiolone? Sei stato picchiato dalla mamma? Mistero! Un Pinco Pallo che decide di farsi prendere in giro dal suo senpai (al quale ha rivolto la parola una volta nella vita e di cui a malapena conosce il nome) accettando la proposta giocosa di quest'ultimo di uscire insieme. Proposta fatta palesemente per prenderlo in giro e umiliarlo e a cui chiunque con briciolo di cervello avrebbe risposto con un "Come ti permetti? Neanche se ghiaccia l'inferno Strunz!!" Lo turba il fatto che lui teoricamente è etero e che il senpai in questione ha un pene? Ovviamente no... perché dovrebbe visto che lo friendzonerà a fine settimana? Tanto vale uscire insieme e perdere tempo e denaro prezioso. Una premessa già di per se idiota che viene ancora di più ridicolizzata in quanto fin da subito si nota come ste due cretini non abbiano la minima idea o voglia di stare insieme e abbiano scelto di farlo per mancanza di palle uno e per noia/curiosità perversa l'altro. Il primo volume è il nulla, i due che escono a mangiare, che si vedono giusto qualche secondo a scuola... e... olè... 3 giorni volati nell'etere, pagine sprecate, minuti della mia vita che non ritorneranno mai più. Questo secondo volume quindi migliora le cose? Ironicamente si... perché effettivamente la vicenda acquista spessore diventando emozionante ed interessante? Assolutamente no... le cose migliorano per lo sfruttamento senza pietà di una condizione umana ovvero il classico "Prendi un essere umano, dagli una data di scadenza e quest'ultimo impazzirà arrivato a pochi giorni dalla data X iniziando ad andare in paranoia" una condizione che coinvolge il 90% degli esseri umani....ed è il motivo per cui questo volume ti acchiappa e riesce a farti provare qualcosa. Arriviamo al venerdì e il protagonista si rende finalmente conto che DEVE fare QUALCOSA e soprattutto che mancano solo più due giorni alla fine di questa...cosa/relazione/scommessa/boh e olè PARANOIA! Inizia ad esserci così tanta ansia e finto angst da spingerti a provare con la forza emozioni che non proveresti mai diversamente. Inizi a renderti conto che le pagine stanno per finire, che sei vicino alla data fatidica ed essendo umano empatizzi e ti fai prendere dall'ansia a tua volta, dall'angoscia provando FINALMENTE un'emozione e riuscendo anche ad apprezzare in minima parte l'opera. Mi è sembrato di fatto di vivere una settimana di vacanza, la classica settimana in cui sei a casa e puoi fare quello che vuoi e giorni prima fantastichi su questa settimana, fai programmi e progetti, ti prepari psicologicamente a quello che farai e non farai e quando arriva... per i primi 3 giorni non fai NULLA... proprio come nel primo volume del manga nella tua vita non succede nulla, zero, NADA DE NADA e a te sta pure bene perché sei vacanza e pensi "Ma si... c'è tempo" per poi arrivare al giovedì sera e olè... PARANOIA "Domani è venerdì... poi sarà sabato... poi domenica e il lunedì! Oddio è la fine del mondoooo" ed è così che con un tentativo idiota di rimediare al tuo sbaglio mortale ti ritrovi a condensare programmi infiniti in appena 48 ore... così questo manga in cui negli appena 3 giorni restanti di narrazione, nelle appena 200 pagine si cerca di inserire tutto quello che prima non esisteva. Si cerca di dare un senso al protagonista e spiegare (senza riuscirci) il perché accetta di uscire con chiunque respiri, si cerca di farlo sembrare dolce e tenero, una povera anima candida che viene giudicata dal mondo solo per il suo aspetto fisico quando in realtà rimane un uomo senza palle che non sa dire un "No, non mi interessi, non esco con te" un uomo con così tanto coraggio da cancellare letteralmente il ricordo della persona con cui è uscita, cancellando diabolicamente il numero di telefono della tizia e ignorandola senza pietà, un comportamento maturo e responsabile, segno di candore e coraggio. Si cerca di spiegare il perché del comportamento del senpai e farci capire che inizia a provare un minimo di sentimenti per mr ghiacciolo tanto da avere paura di arrivare alla domenica ed essere friendzonato. Viene inserito a forza un personaggio inutile e odioso che mi ha fatto salire il renzismo, una tizia che fa la spola da un fratello all'altro, cambiando letto in base all'umore, la "fidanzata" del fratello di mr coraggio che dovrebbe essere il terzo incomodo, fare preoccupare il lettore per la love story più poraccia del mondo ma che ahimè riesce soltanto a farti venire il nervoso e desiderare la sua morte, una tizia che si comporta come una poco di buono (per essere educati) e se la prende a male quando l'ex amante fa gli occhi dolci a un ragazzo con cui esce da una settimana e non a lei. E la posso anche capire visto che ste due sono affiatati come me e la mia bilancia! E poi... via di momenti angst/imbarazzanti con il senpai che prima propone al suo futuro marito di andare a uno spettacolo la settimana dopo e poi rendendosi conto della cavolata che ha appena detto, del fatto che presto diventerà per il tizio un signor nessuno e che il suo numero di telefono verrà cancellato come il suo ricordo, invece di farsi rimborsare i biglietti preferisce dare un calcio alla povertà, strapparli con disperazione e inquinare l'ambiente gettandoli al vento in una scena teatrale e così triste da far venire il latte alle ginocchia con lui che piagnucola un "Tanto non serviranno" una scena che francamente mi ha fatto ridere come una tredicenne. Inutile dire che finisce bene e troviamo un happy ending ancora più senza senso dell'intera storia con i due ragazzi che ops sono innamorati e tutto in una settimanaaaa... che strano... sono solo usciti due volte e quest'ultima uscita è andata malissimo in quanto finita con la roccambolesca fuga di uno dei due, super geloso e triste per aver visto la ex del partner e poi.... si sono solo visti a scuola come qualsiasi studente eppure c'è l'ammmore... questa si che è una storia struggente e credibile. Ok... non dovrei parlare di realismo ma... almeno le emozioni, almeno azzeccare quelle! Non puoi fare un primo volume in cui i due a malapena conosco alla fine della terza giornata il nome dell'altro, che non cercano neanche di uscire insieme con uno dei due che pensa "Ma dovremmo uscire? Stiamo uscendo?" e poi farmeli stare insieme, con l'altro che dice "Non voglio più essere il tuo senpai, non voglio diventare mister nessuno ma stare con te 4ever, tvtttttb, tadb" a fine settimana dopo che si sono baciati per contentino solo due volte e solo per far sospirare le fujoshi... aveva senso un finale aperto del tipo "Ehi, questa settimana è stata una merda ma forse possiamo provare a uscire insieme per davvero stavolta" un finale che poteva donare un minimo di senso alla storia, senza per forza regalarci la love story dolcetta oppure perché no... osare e fare un bad ending e far capire che la storia tra i due poteva esserci ma non c'è stata per colpa dei ragazzi troppo immaturi e idioti... sarebbe stato carino ad esempio rivedere i due ragazzi in un capitolo a parte dopo anni decisi questa volta a provare ad uscire insieme seriamente e senza il limite dei 7 giorni. Il risultato è stato... deludente. Che altro dire... è stata una completa delusione, non avevo molte aspettative ma ci tenevo a leggerlo e mi è dispiaciuto vedere come dei disegni, uno stile fantastico della mangaka siano andati a farsi benedire. Non mi sento di consigliarlo a nessuno e anzi piuttosto che leggere questa duologia vi consiglio Ten Count, una serie molto diversa nei temi ma con più spessore e soprattutto INTERESSANTE!! Un'opera che ha dimostrato come l'autrice sia riuscita a migliorare se stessa e a creare finalmente qualcosa di bello!!

Like Reblog Comment
show activity (+)
review 2017-11-10 00:33
ARC Review: Birthday Presents by Dianne Hartsock
Birthday Presents - Dianne Hartsock

This is NOT a romance. This is a horror story. I knew this going in, and I was still pretty horrified while reading. 

Birthday Presents is dark. It contains rape, torture, and death. The villain is seriously disturbed. There are explicit scenes that are difficult to read. This book is not for the faint-hearted. 

The plot is fairly straight-forward, and we know from the get-go who the villain is. Spending time in Crimson's mind made me want to bleach my brain to get the disturbing images gone - he's vile and insane. He's a hunter, he is a murderer, and he has no conscience. He lives for the hunt, for the kill, for the depravity of his actions.

There's an attempt at making the reader sympathize with the villain, though that didn't work with me - I am firmly in the camp of not believing that a rough and abusive upbringing excuses the actions of our villain. 

I appreciated that the author gave the victims strength and allowed them to be more than just simpering damsels in distress. They fight for their survival, they do what they must to live. 

There's a bit of a mystery as to who's helping the villain, though I wasn't completely shocked to find out who the mystery person was - there were sufficient hints along the way. Still, that was a well-done plot point that kept me at the edge of my seat.

I hope that Tracey and Kyle get the psychological help they both need after living through these horrors, but I felt confident that they will both get through this. As for the little bit of romance we get toward the end, between Gene and his co-worker - that development came a little out of left field for me, and I didn't quite buy the long-time pining that's insinuated here. 

The writing was inconsistent in some instances, and I had to reread a few passages to understand what the author was trying to tell me. I also thought that the characterizations were uneven, and in some moments, the characters' actions didn't make sense to me. YMMV.

 

 

** I received a free copy of this book from its publisher via Netgalley. A positive review was not promised in return. **

More posts
Your Dashboard view:
Need help?