logo
Wrong email address or username
Wrong email address or username
Incorrect verification code
back to top
Search tags: fanfiction
Load new posts () and activity
Like Reblog
review 2019-01-14 21:17
Altro che fanfiction - Chris Colfer

Devo ammettere che... non era decisamente quello che mi aspettavo! Dopo aver letto la trama e il titolo (le traduzioni italiane sono il TOP!), ero convintissima di trovarmi di fronte una storia alla Wattpad, con i soliti ragazzini super fan che conoscono e viaggiano con il loro attore preferito in lungo e in largo per poi scoprire quanto è brutto e cattivo il mondo di Hollywood, come gli attori vengono umiliati e trattati male e bla bla bla... qualcosa di visto e già sentito e questo... è proprio quello che mi è parso nelle prime pagine. Non mentirò dicendo che ho amato questo libro fin dall'inizio perchè sarebbe una bugia colossale, per metà del libro ammetto di essere andata avanti più per forza di volontà che effettiva voglia, tutto mi sembrava fin troppo scontato e la scelta di inserire ragazzi con mille problemi esistenziali e un attore complessato per poi focalizzarsi tranquillamente sul viaggio tra una battutina e l'altra, situazioni comiche e wtf e momenti al limite del trash... non era proprio il massimo dell'intrattenimento. Ho deciso di continuare la lettura un po' con la forza, per non darla vinta alla Giada pigra e solo arrivata alla fine posso dire di essere orgogliosa di me in quanto mi sarei persa un bel libro, con un bel messaggio. Superata infatti la prima parte è impossibile non rimanere incollati alle vicende dei protagonisti. Fin dal primo momento l'autore ci fa scoprire i loro sogni e le loro paure. Ci ritroviamo di fronte non dei ragazzini immaturi e senza personalità bensì dei giovani adulti, alle prese con scelte non semplici e situazioni familiari complicate e che sperano di poter fare un viaggio... chiarificatore, un viaggio indimenticabile che possa aiutarli a comprendere meglio se stessi e... divertirsi tutti insieme prima del college. C'è Joey, un ragazzo omosessuale costretto a vivere con una famiglia palesemente omofoba e che non desidera altro che trovare qualcuno che lo ami per quello che è e per farlo... non esita a ricorrere a un sito di appuntamenti, per cercare di togliersi quella verginità che sente come un peso, Mo, un'amante della scrittura e delle fan fiction che per far contento il padre ha deciso di rinunciare al suo sogno e andare a un'università prestigiosa che gli darà un lavoro stabile in futuro ma gli toglierà una parte di se, Topher, che con un fratello malato si comporta come un piccolo eroe, passando il suo tempo con lui, aiutandolo in tutto e per tutto e... rinunciando al suo sogno di continuare gli studi per non appesantire il bilancio famigliare e infine Sam, uno dei personaggi con cui ho legato di più, un giovane transessuale, imprigionato in un corpo che non gli appartiene e desideroso di poter essere un uomo come tutti gli altri, di potersi magari operare in futuro ed essere felice, senza essere definito un malato di mente dalla gente, Sam innamorato follemente dell'amico Topher ma terrorizzato dal suo dolce sentimento, bloccato dalla paura di essere rifiutato. Dei ragazzi normali alle prese con scelte, dubbi e paure. Sarà l'intervento di Cash a salvarli dalla loro prigione e mostrare il mondo... da un'altra prospettiva, proprio lui che agli occhi di tutti è una star dedita ai vizi, alla droga e a ogni attività di dubbio gusto riuscirà per la prima volta ad entrare in contatto con ognuno di loro, mettendoli a nudo di fronte a se stessi e agli altri amici. Ed è così che tra momenti comici e pazzi, litigate, discussioni e riappacificazioni i ragazzi e Cash si uniranno sempre più aprendosi e confortandosi a vicenda, capendo se stessi e il mondo che li circonda. Ho amato moltissimo la caratterizzazione dei personaggi e ancora di più quella di Cash, a prima vista ci viene presentato come un poco di buono e noi, proprio come i protagonisti, veniamo spinti a credere il peggio di lui, a pensare che egli non è altro che un tossico annoiato dalla vita, le sue "parabole" di uomo vissuto, i suoi comportamenti folli e insensibili, le sue battute sarcastiche e pungenti e l'apparente mancanza di empatia nei confronti di adolescenti alle prese con i problemi della vita... ci portano a trovarlo odioso e insopportabile, ad odiare ogni sua parola eppure... è con il passare del tempo, pagina dopo pagina che iniziamo a capirlo come uomo, come persona... una persona lontana dall'immaginario televisivo e che non sta facendo altro che vivere la sua vita, cercare di dare un senso alla sua vita prima che sia troppo tardi. Ben presto iniziamo a leggere tra le righe e capire il segreto che Cash nasconde e ha il timore di rivelare agli altri, anche se questo ci viene solo rivelato nei capitoli finali è facile da intuire e... quando ci viene buttato addosso... quando abbiamo la conferma che i nostri dubbi erano fondati... mamma mia... dire che ero una fontana di lacrime è dire poco. Ho amato la forza dimostrata da Cash e il suo tentativo, seppur goffo, di dare una mano ai ragazzi e per la prima volta in vita sua essere utile a qualcuno, non li aiuta con parole buone e dolci ma scuotendoli, facendo capire loro che la vita è adesso e non ci si può fermare di fronte a piagnistei, a dire "Non ce la faccio perchè non sono ricco e famoso sigh sigh" ma bisogna lottare, forse si rischia di fallire e cadere ma almeno si avrà la soddisfazione di essere felici per aver tentato. Cash non è un personaggio positivo, non è un santo ma è semplicemente un uomo, messo sul piedistallo come tanti altri atttori, è un essere umano e come tale è pieno di luci e ombre ed è proprio per questo che l'ho sentito vicino, è un personaggio così autentico che sembra essere vivo e reale tanto che mi è sembrato di toccarlo e sono rimasta sconvolta nel finale, piangendo assieme ai suoi nuovi amici. Una storia che mi ha toccato e che mi sento di consigliare, ci vuole sicuramente un po' di "coraggio" iniziale, vista la lentezza e l'apparente mancanza di una struttura, ma vi posso assicurare che una volta finito, non ne rimarrete delusi. Un libro che riesce a rimanere spensierato, a far ridere in alcuni momenti, e raccontare allo stesso tempo realtà complesse e situazioni delicate. Un romanzo che consiglio e spero possa essere di aiuto, ispirazione e conforto ai giovani che decideranno di leggerlo

Like Reblog Comment
show activity (+)
text 2018-04-24 01:08
Old fanfiction... cringe

I'm really happy because I found some old fanfiction that I thought was lost forever. They are from when i first started to write, so they are bad and cringy. I was a silly fangirl and I wrote for non-canon characters being romantically involved, usually LGBT+. I might still do that today, but I try to avoid stereotypes and problematic elements past me didn't think about.

 

These stories are so bad that they are "good", though only to me. At the very least they are making me laugh, even giggle to think of the kind of ideas young me had.

 

I even wrote some NC17 things and can not believe it because I don't even care for erotica. Now those bits are so bad, considering I was clueless about the stuff I was writing about.

 

I found the best line in a story:

 

"He yelled in a quiet voice."

 

Bravo, past me, bravo!

Like Reblog Comment
review 2018-03-10 00:00
Outcast (BTS Fanfiction)
Outcast (BTS Fanfiction) - Flirtaus Outcast (BTS Fanfiction) - Flirtaus Read it
https://twitter.com/flirtaus/status/948700677315981312?s=20
Like Reblog Comment
show activity (+)
review 2017-11-29 23:16
Stranger Than FanFiction by Chris Colfer @chriscolfer
Stranger Than Fanfiction - Chris Colfer

I won a fabulous package from Chris Colfer that included the book, Stranger Than FanFiction, a pair of sunglasses, a notebook for travel , and a keychain of America. I would have missed this wonderful story if I hadn’t been lucky enough to win it.

 

Stranger Than Fanfiction

 

Goodreads  /  Amazon US  /  Amazon UK  /  Amazon CA

 

MY REVIEW

 

This is a wonderful adventure novel about a group of nerdy high school kids traveling from coast to coast with their childhood idol, stretching their horizons and growing as individuals, learning the true meaning of friendship. Stranger Than FanFiction by Chris Colfer surprised me by being so much more than just kids on a road trip, with the writing drawing me in slowly and the ending hitting like a punch to the gut.

Animated Animals. Pictures, Images and Photos 4 Stars

 

Read more here.

 

  • You can see my Giveaways HERE.
  • You can see my Reviews HERE.
  • animated smilies photo: animated animated.gifIf you like what you see, why don’t you follow me?
  • Leave your link in the comments and I will drop by to see what’s shakin’.
  • Thanks for visiting!
Like Reblog Comment
review 2017-02-10 00:00
Stranger Than Fanfiction
Stranger Than Fanfiction - Chris Colfer

Four friends have planned the ultimate road trip to celebrate graduating high school, with stops at funky roadside attractions, out-of-the-way museums and, best of all, it culminates in a tour of the set of their favorite TV show, Wiz Kids. The show is how they became friends in the first place and what they hope will keep them together when they all go off to separate schools in the fall. A last-minute invite, made in jest, is sent to Wiz Kids star Cash Carter and he accepts! The reality of the actor who plays their screen idol might be more than these friend can handle, especially when they've all got secrets of their own. These five are going to learn what its like when people stop being polite and start getting real.

I was looking forward to reading this ever since we received the arc, because I enjoyed 'Struck by Lighting' and I know a lot of people are devoted to his 'Land of Stories' series. I'm sure that there are some significant edits still to be made, because there were times when the omniscient narration got choppy, tracking different characters' thoughts in a confusing way, but I still didn't like the story. There were some deeper problems with the plot. The positives are that the characters' situations are relevant to a lot of younger readers and Colfer touches on a lot of important issues. I've written before about liking stories simply because of the importance of their content, about the fact of a conversation being more important than the quality of the conversation, but it wasn't enough to sway me this time.

The story's not for me, there was a lot of humor and angst, but in the end there was no sincere heart. I'll still read the next one.

More posts
Your Dashboard view:
Need help?