logo
Wrong email address or username
Wrong email address or username
Incorrect verification code
back to top
Search tags: Margaret-Atwood
Load new posts () and activity
Like Reblog Comment
text 2019-03-12 18:02
Recensione: "L'altra Grace" di Margaret Atwood.
L'altra Grace - Margaret Atwood

Avete presente quando avete alte aspettative su qualcosa? Quando tutti non fanno che parlare meravigliosamente di quella cosa e allora la curiosità vi assale e sapete che non vivrete in pace finchè non avrete sperimentato anche voi? Avete presente quel senso di "meh" che vi attanaglia, quando la suddetta cosa vi ha deluso? Quando vi sentite quasi deficienti perchè a molti - se non tutti - quella stessa cosa che voi state mandando giù faticosamente, è piaciuta da impazzire? Ecco, mi è successo, di nuovo, con Margaret Atwood.

Circa due anni fa - e se sbaglio, amen, ma la mia è una memoria a breve termine - ci fu un boom attorno a questa autrice, grazie alla serie tv tratta da "IL RACCONTO DELL'ANCELLA". Tutti ne parlavano benissimo, sia della serie che del libro, e io, da brava allocca, mi sono fatta abbindolare. Visto che non sento la coscienza pulita se non leggo prima il libro da cui una serie tv - o un film - è tratta, presi il mio Globo e mi avventurai tra le pagine tanto declamate. Fu un disastro. Arrivai a fine romanzo che non sapevo cosa pensare, totalmente abbandonata a me stessa, con il cervello in pappa perchè non avevo capito assolutamente nulla. L'anno scorso - anche qui potrei sbagliare e in quel caso abbiate sempre pietà di me - Margaret è ritornata a spuntare ovunque sotto i miei occhi, grazie ad un ulteriore serie tv e ad un ulteriore libro. Di nuovo tutti si sperticavano in lodi, e pur avendo acquistato il libro sempre perchè sono un'allocca, non ho trovato il coraggio di leggerlo, se non ad inizio marzo. Mi sono autoconvinta dicendo che magari, IL RACCONTO DELL'ANCELLA non mi era piaciuto perchè era un periodo un po' particolare della mia vita, che l'avevo letto distrattamente e magari non era così orrido, che dopotutto la serie tv mi era piaciuta e qualcosa doveva pur significare. Insomma, ho ripetuto questi mantra nella mia testolina talmente tante volte che, alla fine, il mio dito indice ce l'ha fatta a premere sullo schermo del Globo, e ho iniziato la lettura. 

L'ALTRA GRACE - il libro in questione - è una versione un po' tanto modificata di un fatto reale di cronaca nera avvenuto in Canada nella prima metà dell'Ottocento. Due giovani, una domestica - Grace Marks - e uno stalliere - James MacDermott furono accusati e arrestati per l'omicidio del loro datore di lavoro e della governante, sua amante. E mentre James fu impiccato, essendo ritenuto il reale fautore dell'omicidio, grazie a varie petizioni e ad una dichiarazione di infermità mentale dovuta all'isteria - che a quel tempo era la causa di qualsiasi cosa facessero le donne -, Grace fu salvata dalla forca e condannata all'ergastolo. Nel suo romanzo, la Atwood immagina che Grace venga psicoanalizzata da un medico, tale Dottor Simon Jordan, per riuscire a raggiungere la verità di quello che in realtà era rimasto un mistero. La domande portanti dell'intero racconto sono, infatti: Grace Marks è davvero un'assassina? Il suo dichiararsi innocente è reale o frutto di una messinscena ben organizzata?

Ammetto che la storia di base non mi è dispiaciuta. La prosa, invece è stato un problema. Trovo lo stile della Atwood troppo filosofico in alcuni punti: è come se, a volte, lasciasse la narrazione a metà per concentrarsi su concetti astratti che c'entrano poco e nulla. Messi lì per allungare il brodo. Ad esempio, in alcuni capitoli, vengono descritti i sogni fatti sia dal Dottor Jordan che da Grace e mi hanno dato l'impressione di essere stati scritti in uno stato di trans: le parole sembrano allineate per caso in alcuni punti, il nesso col resto della storia è invisibile e non vengono spiegati. O meglio, l'esistenza di sogni del genere assumono un senso logico nella storia di Grace alla fine del romanzo, mentre quelli dello psicologo sono ancora fonte di domanda per la sottoscritta. E per non parlare della spiegazione che è stata data degli omicidi, ovvero il motivo per cui Grace era, in qualche modo, colpevole. L'escamotage mi ha lasciata interdetta, non sapevo se ammirare il coraggio di una spiegazione ai limiti del fantasy, come quella che avevo appena letto, o chiudere tutto e rifiutarmi di leggere le ultime 50 pagine. Alla fine le ho lette e, che lo avessi fatto o no, non sarebbe cambiato nulla.

Lo consiglio? No. Ovviamente è una questione di gusto personale, e lo dimostra il fatto che a tanti sia piaciuto. Probabilmente non sono neanche riuscita a cancellare i pregiudizi che avevo nei confronti dell'autrice, e ciò ha influito molto, ma non me la sento di consigliare un romanzo che mi ha annoiata e che ho letto a fatica.

Ora non mi resta che guardare la serie tv - Alias Grace - sperando che, almeno lei, non mi deluda!

 

Like Reblog Comment
show activity (+)
text 2019-01-23 03:13
Time for a Comic Book Break!
Bitch Planet Volume 1 - Kelly Sue DeConnick,Robert Wilson IV,Valentine De Landro
Red Sonja Volume 1: Queen Of Plagues - Jenny Frison,Walter Geovanni,Gail Simone
The Secret Loves of Geek Girls: Expanded Edition - Hope Nicholson,Margaret Atwood,Marguerite Bennett,Mariko Tamaki,Marjorie M. Liu
Transformers: IDW Collection Phase Two Volume 1 - Andrew Griffith,Nick Roche,Alex Milne,John Barber,James Lamar Roberts

I have done so well this month with reading that I'm going to take a short break to splurge on these piled up graphic novels and comics. I have so many to choose from. Transformers, GI Joe, Dredd, and a lot of indies. This promises to be fun.

Like Reblog Comment
show activity (+)
review 2018-12-28 11:53
The Penelopiad, Margaret Atwood
The Penelopiad - Margaret Atwood

I was somewhat trepiditious coming to this after The Handmaid's Tale, which, whilst very good, I found to be heavy going. However, Atwood gives the ghost of Penelope a very modern, chatty voice which is very easy to read. Since the book is also short, this disappeared very rapidly!

 

Penelope delivers a monologue occassionally interrupted by a Chorus - which is the exact structure of early Greek drama. The Chorus consist of the ghosts of the 12 Maids hanged by Odysseus and the book is as much about them as Penelope in some respects.

 

There's a common theme across this and The Handmaid's Tale of women rendered powerless by the society they live in but trying to assert their humanity nevertheless.

Like Reblog Comment
show activity (+)
text 2018-12-24 12:01
Reading progress update: I've read 81 out of 199 pages.
The Penelopiad - Margaret Atwood

This is much easier to read than The Handmaid's Tale.

Like Reblog Comment
show activity (+)
text 2018-12-23 17:55
Reading progress update: I've read 22 out of 199 pages.
The Penelopiad - Margaret Atwood

So, what was going on back home while Odysseus was off fighting/getting lost/adventuring/philandering for twenty years?

More posts
Your Dashboard view:
Need help?