logo
Wrong email address or username
Wrong email address or username
Incorrect verification code
back to top
Search tags: drm-o-cartaceo
Load new posts () and activity
Like Reblog Comment
review 2019-01-15 23:25
Il segreto del diavolo - Hinako Takanaga

Una lettura dolce ed erotica al punto giusto.
Il manga come al solito è diviso in più storie. La prima è quella più lunga ed è anche quella che da il titolo al volume e con i protagonisti in copertina. Troviamo il prete Mauro alle prese con il buffo e maniaco Raul, un incubus che il prete ha salvato e che da quel momento si è instaurato in casa dell'uomo, molestandolo in ogni modo e corteggiandolo in modi... bizzarri. La storia della coppietta è in due capitoli più un piccolo extra nel finale della raccolta ed è molto carina. Raul è un pazzo scatenato ed è simpaticissimo e Mauro... è un uke timidino e dolcetto, spaventato per via dei suoi sentimenti e per la minaccia alla sua vocazione, impossibile non provare simpatia anche per lui!

Oltre la storia principale troviamo altre due shottine che sono... un semplice riempitivo, da una parte la storia di uno studente che si innamora del suo professore e inizia a tormentarlo e corteggiarlo per farlo cadere ai suoi piedi e dall'altra la love story di uno studente che lotta per ritrovare il suo ex compagno di scuola essendosi reso conto di ricambiare l'amore che tempo prima il giovane gli aveva confessato e a cui aveva ahimè risposto con un bel due di picche! Entrambe le storie sono semplici e ricche di buoni sentimenti con lo scontato lieto fine coronato da scene più o meno hot. Due storie che non hanno nulla a che fare con la trama principale ma che arricchiscono il volume per una volta senza stonare troppo.

Ultima ma non per importanza una shottina collegata stavolta alla storia principale che vede protagonista lo scorbutico e money grabbino fratello di Raul. 

Una raccolta simpatica e divertente, ricca di romanticismo e momenti piccanti! Perfetta per staccare la spina!

Like Reblog Comment
review 2019-01-15 23:22
Yatamomo 1 - Harada

Mah... ammetto che sono un po' perplessa. Ne avevo sentito parlare benissimo, quasi come se fosse un capolavoro e invece... meh. Non posso dire che non mi sia piaciuto, la lettura è scorrevole e sono arrivata fino alla fine senza problemi ma la storia mi ha lasciata un po' perplessa, ci sono ombre e dubbi e i personaggi, soprattutto Momo e Suda ancora non mi convincono molto... essendo un'opera in 3 parti spero che con i prossimi volumi venga spiegato di più del passato di Momo e sul rapporto con l'ex fidanzato facendoci capire un po' di più la psicologia di entrambi, capire magari cosa ha spinto Momo a diventare quello che è, con il suo modo di fare così disinibito e distruttivo, a capire di più sulla famiglia del ragazzo e se il suo atteggiamento deriva anche da abusi o violenze essendo bizzarro che Momo non abbia alcuna reazione a quello che a tutti gli effetti è uno stupro in piena regola ma trovandolo piuttosto divertente. Ammetto di essere molto curiosa... i personaggi sembrano particolari e con un bel background, credo ci siano ancora un bel po' di cose da raccontare e che il manga abbia tutte le carte in regola per diventare uno dei miei titoli preferiti se sviluppato in un certo modo per ora... diciamo che sospendo il giudizio... metto delle simboliche 3 stelline sperando di vedere di più, come partenza... ci sta tutta, vedremo per il futuro sperando di non dover aspettare troppo per i due numeri successivi e di non rimanere delusa

Like Reblog Comment
review 2019-01-15 22:42
Io ti appartengo - Pepper Winters

Io non ho parole per descrivere il mio disappunto e la mia tristezza infinita dopo la lettura. Io AMO i romanzi dark! Li adoro! Non sono Pro "tizio a caso che fa lo stronzo e massacra la tizia per poi sposarla e avere con lei 1000 piccoli psycho" però... riesco abbastanza a passare sopra la cosa, soprattutto se il libro è fatto bene, la psicologia dei personaggi è ben delineata e curata nei particolari, la follia umana viene mostrata in tutta la sua crudeltà e spietatezza, la trama è forte e le violenze sono in qualche modo contestualizzate e "analizzate" senza essere buttate a caso nella storia per spaventare il lettore verginello di turno. Inutile quindi sottolineare il mio disappunto dopo aver finito sto... coso che definire dark è una bestemmia. Questo libro è una delusione incredibile a partire dalla trama. Una tizia costretta con la forza a seguire un gorilla maschio alpha per evitare la morte del padre e del fratello (e ci può stare) e portata in una casa di pazzi stupratori e questo perché la poveraccia ha gli antenati peggiori dell'universo e un suo bis bis bis nonno 600 anni prima ha avuto la brillante idea di vendere il culo delle nipoti nei secoli dei secoli... così... per salvarsi le chiappe e non essere ammazzato. E... non ho capito?! Cioè... perché? Un contratto di 600 anni fa scritto su una pergamena? Firmato con il sangue di qualche animale? In quale universo un contratto di secoli dovrebbe avere una valenza legale e permettere di ridurre in schiavitù una persona contro qualsiasi legge e diritto umano... questo non ha senso e il libro si basa sul nulla! Non ci troviamo in una distopia in cui viene giustificata questa cosa... dove viene detto che i contratti sono vincolanti per sempre, che se sei ricco fai quello che vuoi e te ne sbatti delle leggi. Ci troviamo nel MONDO REALE, negli anni 2000! Non nel Medioevo! Questa scelta è così a caso che rovina completamente fin dal primo secondo l'atmosfera Dark... avrebbe avuto più senso a questo punto che il famoso debito fosse un debito della madre di Nila, la madre che vende il culo della figlia, la donna che magari era amante del padre di Jethro, è scappata con un altro e allora ha pensato di dare la figlia come risarcimento... avrebbe già avuto più senso e avrebbe permesso anche una critica morale e umana verso la famiglia, avrebbe permesso di analizzare il rapporto madre e figlia ecc invece così mi immaginavo nella testa il servo della gleba che vede una mucca nel campo del vicino Re e la ruba e questo re gorilla super scazzato che vede la scena e agita i pugni in aria all'urlo di "Mi prenderò tutte le vacche della tua famiglia!! Nei secoli dei secoli!" ed essendo l'uomo senza mucche decide di prendere nei secoli le donne per compensare in un modo molto trash e tragicomico "tanto hanno le tette e fanno il latte anche loro" XD come se io rompessi l'Iphone del mio vicino di casa e gli dicessi "Mi dispiace ma non ho i soldi... però ti posso dare in omaggio il culo e la verginità delle mie nipoti :D i tuoi nipoti saranno contenti e mi ringrazieranno! Patatonza gratis e pure recapitata a casa! Ma solo se sono primogeniti se no... sti cazzi" cioè... MA ANCHE NO! Inutile dire che partendo da questo.... coso... l'unica mia speranza a questo punto, vista la mancanza totale di senso e visto che la protagonista prende per oro colato il contratto e tutti sembrano venerarlo come un vangelo.... l'unica speranza erano i protagonisti! La psicologia dei protagonisti! Se non c'è trama per lo meno dovrebbero esserci dei personaggi degni di portare avanti la storia no? E infatti... no! La protagonista inizialmente mi aveva preso, la classica ragazzetta tenuta prigioniera dal padre e dal fratello, due uomini possessivi che le hanno impedito di avere contatti umani e che desidera un pene. È da condannare? Assolutamente no! Mi sarei aspettata un po' di senno DOPO il rapimento, vedere come una ragazzina matura nel tempo e diventa una donna e guerriera e invece... la tizia si ritrova circondata da malati di mente e l'unica reazione che riesce ad avere e provare piacere e piagnucolare immaginandosi di scopare il suo carceriere, di farlo cadere ai suoi piedi ecc.... ma perché? Ci sta che il tuo corpo se stuzzicato si ecciti... ci sta... è una reazione fisiologica.... ma la tua mente non dovrebbe andare su Narnia tre secondi dopo... lo stronzo ti palpeggia e molesta, ti fa strisciare e ti tratta come un cane, ti fa dormire con i cani e tu osi pure pensare di andarci a letto insieme? Ma che malattia hai???? Di certo non ti hanno scelto come protagonista per il QI mia bella figliola! E il protagonista maschile? OMG! Già la scelta di dargli il POV per me... è no... perchè avrebbe avuto più senso essendo 6 e dico 6 libri dargli voce in seguito quando inizia a cambiare o quando c'è un cambiamento nella storia e ha senso sentire i suoi pensieri, in questo libro ha l'unico senso se non quello di rovinare tutta la sua aura da malvagio. Se nella prima pagina ci viene presentato bene, come il cattivone che divorerà la puttanella, il suo giocattolino poco dopo diventa una macchietta, è un mix tragico di mr "Devo metterti in rigahhh!" e un tredicenne in calore che non pensa ad altro che a volersela scopare in ogni luogo e lago e questo NON HA SENSO!! Non all'inizio! Se tu vuoi presentarmi lo stronzo che addirittura ha subito lui stesso un addestramento quasi militare per riscuotere il debito della protagonista NON PUOI farmelo eccitare come un teenager! Presentamelo come uno stronzo senza cuore e anima che la massacra, che non reagisce di striscio al suo corpo nudo, che la disprezza! Ci sta ma non farmelo tormentato come un pupetto! Così facendo tutta l'aura negativa crolla miseramente. Per tutto il libro si oscilla dal punto di vista di una aspirante ninfomane a quella di un mentecatto e per un romanzo senza senso e con una NON trama... è il dramma.... 
L'autrice ovviamente prova ad intrattenere buttandoci due elementi a caso che dovrebbero dare qualche trigger ma... anche no. Il primo è la presenza di un "essere" misterioso, Kyle, che messaggia con la protagonista e... SPOILER... è lo stronzo! Lo so perchè ho letto? NO... lo so perchè 1) non avrebbe senso che la tizia possa messaggiare con qualsiasi uomo senza che il maniaco lo sappia essendo prigioniera, figurati se gli viene permesso di messaggiare con un essere dotato di pene che non sia il suo psicopatico personale e 2) lo stile in cui sono scritti gli sms sono un copia e incolla del pensiero di Jethro! È lui!! Ci sono frasi che sembrano copiate e incollate e il fatto che Nila si avvicini a uno dei fratelli e si metta a pensare che lui può essere diverso....LMAO triangolo scemo in cui lei si innamora di Kyle e di Keller pensando che Keller sia buono e sia Kyle quando in realtà Kyle è il suo aguzzino che cerca di bombardarle il cervello oppure in mondo cringe dimostrare che lui sa provare amore e sentimenti ma non sa esprimerli perché è malato di mente tra 3...2...1! Ci sarà sicuramente una roba del genere perché... è palese e banalissimo! Ci sarà il triangolo, gli sms sono del mentecatto che nella migliore delle ipotesi la sta manipolando (e in quel caso sarebbe carino) oppure è il suo modo di esprimere la sua spiritualità da farfallina. Questo è il motivo per cui ODIO il Pov del demente! Perché l'autrice ha dato così troppi indizi sul fatto che sia Kyle che è sconfortante, senza il Pov di Jethro avremmo potuto pensare che lui fosse pazzo, essere costantemente in ansia non sapendo cosa cavolo pensava durante le violenze, pensare che Kyle potesse magari essere il fratello o non esserlo... saremmo stati al buio come Nila e senza frammenti o dettagli a cui aggrapparci per capire la sua personalità... avremmo dipeso solo dalla psicologia di Nila e anche lì avremmo potuto ad un certo punto dubitare di lei e della sua sanità mentale dovuta alla violenza. Creare una storia con un solo Pov e rendere bene la figura dell'aguzzino non è così scontato e sarebbe stato meglio. La Pepper sa scrivere quindi un intero primo libro dal pov della ragazza sarebbe stato perfetto per farci prendere dall'ansia e farci dubitare magari della stessa protagonista, chiederci se è lei la pazza o meno, fare ipotesi strane e invece... NO!
Secondo elemento tirato in ballo... il cliffhanger che dovrebbe spingere a preoccupare il lettore? OVVIAMENTE NO! Perché... è la cosa più banale del mondo. Lasciare la vittima libera è la cosa che fa ogni rapitore o pazzo manipolare, lascia la vittima libera di scappare, le fa assaporare la libertà e poi la cattura per farle capire che non si salverà MAI... è la stessa cosa che in GOT ad esempio fa Ramsay con Theon, lo fa scappare, lo aiuta, lo fa sperare in una libertà e poi ZACK lo riporta dov'era, spezzato e a pezzi facendogli capire che non sarà mai libero... e nel secondo libro succederà la stessa cosa! La tizia scapperà per qualche pagina, penseremo "OMG è libera" e arrivata al confine si ritroverà tutta la famiglia Kruger ad aspettarla sorridendo e via di violenze belle.
Francamente non so se questa serie si riprenderà... so che la continuerò perché ho speso 9,90 euro per la collection cartacea con i sei libri, un mattone di 1400 pagine che leggerò non volendo ammettere a me stessa di aver buttato i soldi dalla finestra però... NON CI SIAMO! Manca qualsiasi emozione forte. Non c'è il disgusto perché la protagonista riesce a rendere pure le violenze noiose, una tizia si ritrova ad essere leccata e palpeggiata da miliardi uomini arrapati e l'unica mia reazione è stata sbadigliare perché mancava quell'ansia, quel disgusto, quella paura... c'era solo lei che delirava tra un "ma non capisco, il mio corpo è eccitato... ma non sono cattivi... si prendono quello che io gli offro...Omg! Viulenzaaaa"e "Ah non riesco a smettere di pensare a lui, quanto è figo ma non mi avrà MAAAAAIII!" Manca la paura e l'incertezza perché lei è una mentecatta e non capisce che al 90% non la ammezzeranno perché lei è L'ULTIMA... è l'ultima della dinastia e se crepa... con quale ragazza giocano i bambini ritardati di sta famiglia? Giocano con lei e lei neanche si fa due domande... non pensa "Ma forse se è una cosa secolare fino a che non avrò una figlia mi terranno in vita come mia madre" non pensa a cercare una alternativa di fuga, non sfrutta IL CELLULARE che continua ad avere e con cui messaggia con il mentecatto maniaco per provare a messaggiare il primo della sua rubrica scrivendo aiuto!! Semplicemente è lì che cinque minuti pensa "Non mi spezzeranno MAI!" e tre secondi dopo piange come una bimba o troieggia scrivendo messaggi erotici a Kyle... non pensa neanche di chiamare la polizia... NULLA! Ok... sei un medioevo però almeno PROVA! Quel contratto non ha valenza legale e il loro "Sei venuta qui" non ha senso perché se io ti prendo mentre sei in uno status alterato o dopo averti minacciato la famiglia... rende il tutto nullo! Se io mi trovassi in una situazione in cui ho una collana al collo che mi toglieranno solo quando mi taglieranno la testa... non ho NULLA da perdere quindi ci provo! Ho un telefono, il tizio neanche rompe più le palle per dirmi di non messaggiare? Addirittura sull'aereo le aveva detto che avrebbe potuto continuare ad usare internet. Ma io scrivo messaggi, apro blog, faccio petizioni... faccio QUALCOSA!! Non rimango lì a piangere come una cretina. Tanto morta per morta! Tanto vale lottare e piuttosto morire subito e indolore e non dopo anni di torture e abusi! 
Questo libro non ha senso ed è un'offesa ai veri romanzi dark. Non è erotico perché di erotismo c'è ben poco e quel poco è noioso e per nulla eccitante, di dark... c'è solo il nome è un collage di wtf e situazioni ridicole, personaggi simili a una macchietta ed elementi imbarazzanti. Se non avessi speso soldi non continuerei MAI la lettura e per una serie il primo libro dovrebbe essere il trampolino di lancio quindi... non immagino i sequel.
Bocciato in pieno e sconsigliato! 

Like Reblog Comment
review 2019-01-15 22:31
Seven Days: Monday → Thursday / セブンデイズ - Rihito Takarai,Venio Tachibana

Un volume che per me è stato come il vuoto cosmico...
Non mi ha lasciato nulla e anche la lettura è stata lenta e priva di emozioni tanto che non mi sono affezionata o sentita coinvolta neanche per un secondo. Protagonisti piatti e senza personalità e vicende banali e senza un che di interessante. Se non fosse stata per la mia mania di cercare in tutti i modi di non lasciare a metà una serie (meno che mai se solo di 2 volumi) non avrei neanche letto il seguito

Like Reblog Comment
review 2019-01-15 22:21
Figurati se mi piaci! - Chise Ogawa

Una storia molto carina e leggera, perfetta per staccare la spina. Il protagonista con i suoi buffi tentativi di "vendicare" il suo onore ferito anni prima mi ha fatto ridere, è infatti evidente la sua cotta per il compagno di classe fin dal primo momento e tutti i suoi "malvagi" tentativi di infastidire l'amico sono così buffi da avermi fatto sorridere come una cretina per la metà del tempo. La storia non è certo approfondita e ci sono molti punti lasciati in sospeso, avrei voluto infatti un capitolo o due su Keita, per analizzare un po' la sua reazione al comportamento dell'amato e spiegarci cosa era successo di preciso alle medie dopo la famosa "confessione" e invece ci si concentra sul presente. Questo mi ha un po' infastidito insieme alla scelta di rendere il protagonista la vera cotta segreta di Keita, quando infatti l'amico del giovane fa notare al protagonista che il ragazzo è da sempre innamorato di un altro dai tempi delle medie avrei preferito scoprire che i sentimenti erano per un'altra persona, magari anche un personaggio morto da tempo o magari un professore o qualcuno di irraggiungibile mentre così... scoprire che dalle medie sbava per Taise... mah... se sommiamo il suo non ricordarsi minimamente neanche la sua faccia e avere una reazione "Ah... ma sei tu! Che bello rivederti ❤️"... doppio mah. Insomma è una lettura consigliata per lo più a chi vuole farsi qualche risata e assistere a tentativi idioti di vendetta degni di Willy il coyote! Se cercate invece psicologia, sentimenti ed emozioni complesse... avete sbagliato manga

More posts
Your Dashboard view:
Need help?