logo
Wrong email address or username
Wrong email address or username
Incorrect verification code
back to top
Search tags: maledizione
Load new posts () and activity
Like Reblog Comment
review 2015-07-09 16:23
Enchanted
Enchanted - Heather Dixon

A sedici anni, Azalea Wentworth, erede al trono del lontano regno di Eathesbury, sta per realizzare il suo sogno: feste sfavillanti e incontri con ammiratori segreti da raccontare in chiacchiere sussurrate fino all'alba con le sorelle. Ma improvvisamente tutto cambia: sua madre muore e il lutto strettissimo imposto dalla corte le vieta per un anno qualsiasi divertimento. Compresa la danza, la sua più grande passione. Azalea si trova così in trappola fra le mura del suo stesso castello. Una notte, però, la ragazza scopre un passaggio segreto che la conduce nello straordinario mondo del Custode, un uomo affascinante quanto misterioso. Un uomo che sembra capirla meglio di chiunque altro. Perché anche lui è in trappola, prigioniero da molti secoli nel palazzo. Inaspettatamente il Custode le porge un invito: le chiede di tornare a trovarlo ogni notte e di accompagnarlo al ballo più sontuoso che lei abbia mai visto. Così, da quella notte in poi, Azalea e le sue sorelle varcano il passaggio segreto e attraversano un bosco d'argento per raggiungere un padiglione incantato e danzare. Ma tutto ha un prezzo, anche la più seducente delle magie. Perché al Custode piace custodire le cose. E Azalea non si accorgerà di essere caduta in una rete mortale finché non sarà troppo tardi...

 

uesto racconto è la rivisitazione de "Le dodici principesse danzanti", in una veste che tende al "noir".
Ambientato in un castello ove balli e feste sono all'ordine del giorno, ma improvvisamente tutti i divertimenti sono vietati a causa del lutto...

Non so cosa dire di questo racconto, poiché non mi ha lasciato nulla tranne ansia e tanta noia. Solamente verso il finale la storia riesce a prendere un ritmo più coinvolgente e lasciare in sospeso il lettore fino alla fine.

Like Reblog Comment
review 2014-03-20 22:32
La maledizione del ramo d'argento
La maledizione del ramo d'argento - Lisa Tuttle

Un tempo il piccolo villaggio di Appleton, sulla costa scozzese, era famosissimo per le sue mele. Ora che i frutteti non ci sono più, abitanti e visitatori sognano ancora i fasti di allora, un tempo "fatato" in cui la Regina delle mele regnava e la buona fortuna prosperava per tutti. E qui si ritrovano oggi tre americane dal destino davvero speciale. Kathleen Mullaroy, da poco divorziata, ha lasciato l'America per venire a lavorare come responsabile presso la biblioteca di Appleton. La vedova Nell Westray spera, dedicandosi al giardinaggio, di godersi in tranquillità il ricordo degli anni felici trascorsi con il marito. La giovane Ashley Kaldis è venuta per trovare la sua strada e per scoprire che le attrazioni di questo luogo, in cui sua nonna fu incoronata Regina delle mele, sembrano del tutto scomparse. Quando una frana isola Appleton dal resto del mondo, inaspettatamente il villaggio si trasforma in un posto meraviglioso, abitato da creature leggendarie, ricco di stanze segrete e di fiori strani mai visti prima. La cosa più sorprendente è l'apparizione di un bellissimo sconosciuto che promette di riportare la fortuna e l'amore in quei luoghi, ma solo a condizione che almeno una delle tre donne creda alla magia di Appleton...

 

Uno strano miscuglio di fantasy celtico e romanzo rosa, con una spruzzata di indagine sociale e storia scozzese. Un libro che non mi ha preso per niente. La storia è lenta e noiosa e per niente avvincente.
Mi aspettavo magia, misteri e sirene, ma è proprio vero che non bisogna mai valutare un libro dalla sua copertina.

Like Reblog Comment
review 2013-04-03 00:00
La maledizione di Ondine
La maledizione di Ondine - Valentina Barbieri,Vanesa Georgieva Garkova Grazie al mio adorato Antro ho avuto l'opportunità di conoscere tanti autori esordienti e i loro lavori. A quest'elenco oggi si aggiunge anche Valentina Barbieri, il cui libro rientra tra quelli che mi hanno piacevolmente stupita."La maledizione di Ondine" è un libro che si discosta un po' dai soliti paranormal: niente vampiri, licantropi e compagnia bella, qui siamo di fronte a delle presenze, quelle che noi potremmo chiamare fantasmi e che invece Ondine preferisce nominare Inconsci.Sono le anime di coloro i quali sono morti e che non riescono a staccarsi dalla nostra dimensione. La protagonista ha la capacità di interagire con loro, tuttavia l'unico mondo per farlo è autoindursi in uno stato di ipnosi. Tutto ciò che deve fare è stendersi e rallentare il proprio respiro, fino ad arrivare ad un massimo di cinque respiri al minuto. Ciò che l'aspetta nell'altra dimensione dipende dall'Inconscio che la abita, il quale può mutarla a proprio piacimento.Ondine è quella che noi potremmo definire una medium, tuttavia la sua capacità le crea non pochi problemi, motivo per il quale lei la considera una vera e propria maledizione. Quando si lascia convincere dall'amico Francesco a partecipare ad una trasmissione televisiva che tratta casi come il suo, la ragazza si ritrova nella fossa dei leoni: come può dimostrare a tutti di non essere un'imbrogliona? Inutile dire che esce sconfitta dallo scontro televisivo.Le novità per Ondine non sono ancora finite, infatti viene contattata da una ragazza dal New Mexico, la quale afferma che la pressione atmosferica non è uniforme lungo tutta la superficie terrestre, ma in alcuni punti è inferiore creando dei portali che permettono una più facile comunicazione con l'altro lato. Tutte le diverse teorie elaborate dall'autrice in questo libro sono senza alcun dubbio interessanti ed originali, quasi quasi potrei crederci!Da questo momento in avanti la trama comincia ad essere sempre più movimentata: prima l'icontro-scontro con padre Ben a Londra, poi tutte le altre scoperte che sono seguite, insomma, il romanzo non conosce momenti di noia, fino ad arrivare ad un epilogo che, più che concludere le avventure dei personaggi, crea davanti a loro uno scenario nuovo, pieno di opportunità.Sulla trama non voglio dirvi nulla di più, scoprire pagina dopo pagina le varie ipotesi dei personaggi riguardo l'altra dimensione e le vincende che li coinvolgono, è un piacere che non voglio togliervi.Lo stile di Valentina Barbieri è molto fluido, scorrevole, anche se in alcuni punti l'ho trovato un po' troppo asciutto. La scelta di una narrazione al presente indicativo è stata coraggiosa, è raro trovare autori che lo utilizzano, tuttavia, superato l'impatto iniziale, sì è rivelata una scelta piacevole.I suoi personaggi mi sono piaciuti, ben caratterizzati e con personalità e idee forti e radicate, forse un po' troppo in Ondine, la quale a volte mi è sembrato avesse i paraocchi e i tappi nelle orecchie. Da parte sua una maggiore apertura mentale l'avrei gradita.Nel complesso però "La maledizione di Ondine" è stato un libro sorprendente ed affascinante, nel quale ho apprezzato soprattutto la cura dei particolari, nel caso dei rituali di esorcismo, che l'autrice ha spiegato essere il "De exorcismis et supplicationibus quibusdam", e del mistero del brusio di Taos.
Like Reblog Comment
review 2011-11-02 00:00
La maledizione delle tenebre
La maledizione delle tenebre - Karen Chance È arrivato nelle nostre librerie il quarto libro della serie urban fantasy dedicata alla veggente più potente e sfigata del mondo: Cassandra Palmer.

La nostra povera Pitia, trascinata in questo ruolo complesso dalla precedente Pitia in carica senza uno straccio di addestramento, si ritrova a dover fronteggiare niente meno che il crudele Dio Apollo. Infatti, nel precedente volume, se da una parte riusciamo finalmente ad avere per la prima volta un quadro abbastanza chiaro delle forze in gioco in campo (scopriamo la vera natura del Dio, delle origini di Pritikin, dell’equilibrio del potere delle pitie…), dall’altra ci ritroviamo condividere lo scetticismo della giovane Cassandra: come può una Pitia priva di addestramento vedersela con Apollo?

Cassandra infatti, in barba ad ogni istinto di sopravvivenza, rifiuta di sottomettersi al Dio Apollo e si ritroverà, ovviamente, ad infoltire il suo carnet di nemici. Povera ragazza!

Da una parte riuscirà ad avere un po’ di tregua, infatti il geis con Lord Mircea è stato rotto e il Senato dei Vampiri è dalla sua parte, dall’altra la sua instabilità come Pitia non fa altro che crearle problemi, questa consapevolezza la spingerà a cercare qualche risposta nel passato…

Il romanzo riparte proprio da qui, infatti vedremo la nostra Cass, a spasso nel tempo, alla ricerca della Pitia che l’ha messa nei casini. L’idea sarebbe stata quella di farsi dare qualche risposta, se non altro un piccolo corso accelerato sui compiti, i poteri ed i trucchetti delle pitie, peccato che Agnes non sembra particolarmente felice di conoscere la sua futura (almeno per la ragazza) designata e si limita a spararle. Nel didietro, letteralmente.

Cassandra si ritroverà ad affrontare anche in questo libro una vasta gamma di rocambolesche avventure che la porteranno un passo più vicina all’annientamento di Apollo, anche se con molte difficoltà.

Partner di questa avventura è Pritikin e Lord Mircea verrà relegato nelle retrovie per quanti tutto il romanzo; appare piuttosto chiaro che il triangolo fra questi tre complessi personaggi è ormai ben amalgamato con l’intreccio fantasy. Cassandra risulta essere sposata – almeno per il mondo dei vampiri – con Lord Mircea ma il suo rapporto con Pritikin continua a crescere e, fra un salvataggio e un deliziosamente ilare siparietto (ne leggerete davvero, davvero delle belle!), non potremo non chiederci chi avrà la meglio fra i due uomini. L’autrice per adesso non sembra essersi sbilanciata verso nessuno dei due, ma è ancora presto.

C’è da dire che, nonostante la scarsa presenza, ancora una volta Lord Mircea si dimostra manipolatore e decisamente incline ai sotterfugi, è tutt’ora molto difficile comprendere i suoi veri sentimenti. Se di “sentimenti” si parla, ovviamente.

Ad ogni modo, come abbiamo detto, questa volta tocca a Pritikin ad affiancare Cassandra e l’aiuterà a sfuggire ad una trappola particolarmente ben congeniata del Cerchio, convinto di poter mettere le mani sulla Pitia per farla fuori ed eleggere una ragazza più “controllabile”. Salvataggio che si concluderà con la catastrofica distruzione della sede della MAGIC, con il rapimento dei bambini speciali che Cass aveva portato al Dante’s, strane crisi di gelosia nei confronti di Mircea, Apollo che torna sulla terra, il Senato che sembra – stranamente! – collaborare e tanto altro.

Un altro volume che, confermando l’impennata positiva del terzo libro, riconferma la validità di questa serie. Se nei primi due libri la confusione regna sovrana e annienta un po’ la determinazione del lettore, in questi due romanzi, seppur sempre sensibili agli infodump e allo stile poco concreto dell’autrice, il lettore riuscirà comunque a destreggiarsi fra gli svariati personaggi (che vanno a delinearsi sempre maggiormente), gli schieramenti ed i vari salti spazio-temporali.

Sarà un volume decisamente rivelativo, questa volta, per quanto riguarda la famiglia e la natura stessa di Cassandra Palmer. Le risposte saranno molte e, alla fine, molti nodi verranno al pettine lasciandoci, per una volta, soddisfatti.

La serie può senza dubbio migliorare e, viste le premesse, le conferme non tarderanno ad arrivare; da leggere ed apprezzare. Un plauso particolare va alla casa editrice Fanucci per il prezzo incredibilmente vantaggioso e la copertina molto “matura” dai toni più americani e sicuramente lontana dalle banalotte e spesso imbarazzanti cover italiane. Ottimo!
Like Reblog Comment
review 2009-07-04 00:00
La maledizione di Odi
La maledizione di Odi - Maite Carranza Il terzo capitolo della saga sulle streghe che parla della piccola Anaid. Un libro che, come tutti quelli di questa grande scrittrice che è Maite Carrnaza, ti prede, ti avvolge e ti porta passo dopo passo verso il finale menos contato che tu potessi mai anche solo immaginare. Durante la lettura del libro ti capiterà spesso di dire ''Ecco lo sapevo!" , ma non crogiolarti troppo nella tua convinzione, poche pagine e zac, la storia acambierà nuovamente in un veloce scambio di pensieri fra Anaid, Selene, Clod e il resto delle Omar vedremo la piccola Eletta cadere, ferirsi, sbagliare e commettere errori tali da farci dubitare della sua stessa natura di 'eletta'. La vedremo cadere ma anche rialzarsi in una continua altalena di eventi che ci porteranno così vicini alla soluzione e allo stesso tempo così lontani da non permetterci mai di adagiarci sugli allori. Un libro che va letto, per tutti gli amanti del fantasy, La Maledizione di Odi non vi lascerà insoddisfatti! Fidatevi!
More posts
Your Dashboard view:
Need help?