logo
Wrong email address or username
Wrong email address or username
Incorrect verification code
back to top
Search tags: lgbt
Load new posts () and activity
Like Reblog Comment
show activity (+)
review 2019-02-22 23:34
The Rules - Jamie Fessenden

Meraviglioso! Me ne sono innamorata! Per una volta mi sono ritrovata un libro con un ménage trattato seriamente e con molta cura e tutto senza passare per il cliché di "Pinco ama Pallo che ama a sua volta Pallino, tutti si amano e tutti scopano come conigli come se nulla fosse e senza preoccuparsi delle conseguenze e dei rapporti personali ed eventuali gelosie". L'autore si prende al contrario tutto il tempo per analizzare i personaggi e la loro psicologia esplorando alla perfezione le dinamiche di coppia di Boris e Thomas, una coppia sposata da anni e che ha affrontato nel tempo problemi e pregiudizi, una coppia alle prese con l'attrazione (e inseguito amore) per Hans, un giovane universitario assunto come collaboratore domestico. Ho apprezzato la lentezza con cui viene analizzato il rapporto tra i tre senza passare come in altri romanzi dall'incontro all'amore lampo e al sesso sfrenato. L'innamoramento tra i tre uomini è lento e complicato, pieno di dubbi, paure ed incertezze ed è solo con il tempo e la pazienza che gli uomini riescono a condividere i propri sentimenti, lasciandosi andare fisicamente e mentalmente e accettando quell'amore agli occhi di molti proibito e sconveniente. Ho amato come i tre protagonisti vengono presentati e caratterizzati, ci troviamo di fronte un romanzo che non trova la necessità di inserire 5000 personaggi diversi al secondo per dare senso alla trama e portare avanti le vicende personali o dare una scusa per riunire il trio ma che si concentra solo sui tre protagonisti presentando altri personaggi secondari solo alla fine del romanzo e solo per consolidare le dinamiche del terzetto e spazzare via gli ultimi dubbi e timori. Per 3/4 del libro quindi assistiamo alla creazione del rapporto tra i tre e al difficile inserimento di Hans all'interno della casa e in seguito all'interno della coppia, mi ha colpito la delicatezza con cui viene affrontata la situazione e come certe cose hanno effetti diversi in base al punto di vista e alla personalità del protagonista. Ci troviamo di fronte tre persone molto diverse tra loro, con i loro pregi e difetti, uomini feriti e spaventati ma anche coraggiosi al momento giusto, abbastanza coraggiosi da lottare in nome dell'amore che provano.
Boris è un uomo ferito e danneggiato e che porta dentro di se un segreto che negli anni lo ha consumato e che non ha osato neanche confessare a suo marito, è russo ed essendo vissuto in un paese in cui i diritti Lgbt non vengono considerati ha dovuto subire ingiustizie e prepotenze, si aggrappa così con forza al marito Thomas. Thomas è un uomo forte e sicuro di se ma che sotto sotto, dietro la sua corazza, nasconde un animo dolce e sensibile, non ha esitato a sacrificarsi per fare contento il marito e lo ha supportato sempre contro tutto e tutti senza timore dei pregiudizi della gente. I due uomini sono stati costretti ad affrontare drammi e sfide, sono uomini danneggiati a modo loro e che si aggrappano uno all'altro per sopravvivere, che si amano e dipendono uno dall'altro. L'arrivo di Hans per loro è sconvolgente. Il giovane non è uno sprovveduto, non è il povero verginello di turno che non conosce il sesso ma un ragazzo che sta crescendo e maturando e che si ritrova per la prima volta alle prese con l'amore, dopo relazioni e avventure si ritrova coinvolto nelle dinamiche di coppia dei suoi nuovi datori di lavoro e ne rimane ben presto scottato. Il ragazzo non riesce a non affezionarsi ai due uomini e guarda con gioia e a tratti con gelosia la complicità degli amanti, piano piano si innamora di entrambi andando oltre i problemi psicologici di Boris e le insicurezze di Thomas, riesce a vedere l'essenza di entrambi e desidera inserirsi nella coppia ed essere amato e protetto. Il rapporto tra i tre si crea con difficoltà, tra gelosia, attrazione, affetto e incomprensioni. La coppia si avvicina al giovane con sentimenti diversi e il modo di interagire dei coniugi nei confronti del ragazzo mi ha colpito. Ho adorato Boris dapprima molto sensuale e provocatore e poco dopo timoroso e indeciso, terrorizzato di mancare di rispetto al marito e soprattutto il modo di fare di Thomas, rispetto a Boris è quello più legato alla realtà, quello che si interroga sulla possibile relazione a tre, che si preoccupa delle conseguenze che una relazione potrebbe avere sul suo matrimonio, ha paura di essere lasciato indietro, che Boris trovi un uomo più giovane disposto ad amarlo e sostenerlo, di diventare un ospite ingombrante nella sua stessa casa, di essere dimenticato e abbandonato per sempre, è commovente vederlo rimuginare e soffrire al pensiero di perdere l'uomo della sua vita, deciso ad allontanare il giovane e allo stesso tempo a tenerlo con se, anche a costo di permettergli di essere intimo con il suo uomo e tutto per amore, ho adorato l'animo sensibile di Thomas e il suo continuo tormento e ho provato non poco orgoglio a vederlo finalmente cedere e ricambiare i dolci sentimenti di Hans rendendosi finalmente conto di essere indispensabile per il marito e il nuovo fidanzato. Oltre al rapporto di coppia l'autore è riuscito a trattare con delicatezza e dolcezza temi più o meno scottanti, lanciando velate critiche ad omofobia, violenza e razzismo, riuscendo a non essere mai banale e irrispettoso. Non pensavo si riuscisse a trattare con così tanta cura una threesome senza cadere nel sesso e nella noia e invece... un applauso all'autore per questa piccola gemma! Unica piccola pecca che non mi ha spinto a votarlo 5 stelline piene è stata la scelta di spiegarci il segreto di Boris alla fine e solo dopo rapporto consolidato tra i tre... nonostante si fosse intuito cosa avesse passato in Russia Boris avrei preferito un discorso cuore a cuore prima e non alla fine, avrei voluto che fosse motivo di confronto con Hans e ancora di più con il marito, lasciato all'oscuro della cosa per molto tempo, e invece... ti viene lanciato tutto addosso con una scena straziante e per quanto intensa e ben realizzata... un po' forzata rispetto al clima della storia.... avrei voluto che il segreto di Boris fosse più accennato durante tutta la storia e la scoperta portasse a nuove consapevolezze soprattutto in Thomas e lo aiutasse ad affrontare i suoi demoni e l'incapacità di proteggere costantemente il marito da tutto il male del mondo. Unica piccola pecca legata al mio gusto personale e che non ha rovinato minimamente l'esperienza che rimane gradevole ed intensa. Se cercate semplicemente sesso a go go siete nel posto sbagliato, nonostante vi siano scene erotiche ben scritte ed eccitanti non è il sesso la base del romanzo e rimarrete non poco annoiati e intrappolati in uno slow burn psicologico. Consigliato solo a chi cerca una storia con al primo posto la psicologia e le conseguenti dinamiche tra gli amanti, solo in quel caso potrete godere a fondo del doloroso ed estenuante slow burn e godervi fino in fondo ogni conquista del trio.

Like Reblog Comment
show activity (+)
quote 2019-02-22 23:32
“I have seen the way Thomas looks at him,” she said. Then she glanced at Boris and added, “And the way you look at him, and the way he looks at both of you. I think something is going on here.”
Boris sighed and set his fork down. “You’re right. We’re all in love with each other.”
“In love, or having sex?”
“In love, Mama,” Thomas insisted. “Though of course we have sex too.”
She looked around the table suspiciously, meeting their eyes one by one. “You are all happy with this situation?”
“We are.”
A faint smile crept across her face as she shook her head. “Maladyosh.” Young people.
That was all she said about it—until she went to bed that night
Like Reblog Comment
quote 2019-02-22 23:31
“Oh, puppy…,” Thomas sighed.
“I’m not sure that’s what you meant by making you feel my love,” Hans said, panting.
Thomas chuckled and ran a hand through Hans’s hair. “I felt it. It wasn’t just sex. I felt you. I felt both of you.”
“I love you,” Hans insisted.
“I know,” Thomas said. “And I think I’ve been denying that I love you because I didn’t want to hurt Boris.”
“I suspected,” Boris said with a shrug. “You know how I feel.”
“You really do still love me? Not just as a friend, not like a brother, not like a fuckbuddy… You are still in love with me?”
“Malish,” Boris said, drawing lines through the come trickling down Thomas’s side, “my love for you has not changed. I still adore you. I still get a hard-on just thinking about you. I would do anything for you—including ending our relationship with Hans, if that was the only way for you to be happy.”
Hans hated to hear that. It felt like his heart was being ripped out of his chest, especially after what had just happened between the three of them. Boris moved forward and kissed his forearm, just as Hans thought about pulling away from them.
“But please do not send the puppy away,” Boris continued. “I love him too. I would be very unhappy to lose him.”
“Hans isn’t going anywhere,” Thomas said. “At least, I don’t want him to.” He stroked the side of Hans’s face. “I love him too.”
Hans went from devastated to overflowing with emotion in a microsecond. He smiled and closed his eyes against the sting of tears. “I love you. Both of you.”
“You’re growing hard again,” Thomas said, laughing. “I can feel it. Do you want to do something about that?”
“You must be pretty worn out by now.”
“I doubt I could come again,” Thomas admitted. “Not for an hour or so, anyway. But I think you can fuck me again if you take it slow.”
Boris roused himself from the torpor he normally drifted into after he’d had an orgasm. “No. I am vetoing this. If you need more fucking, you can stick it in my ass. Thomas will probably be in severe pain tomorrow as it is.”
Thomas laughed. “It’s hard for me to say. Things are kind of numb down there”
Like Reblog Comment
quote 2019-02-22 23:31
“I’m sorry.”
“I didn’t mean to get maudlin,” Thomas said, smiling, though it was tinged with bitterness. “I guess I wanted to explain why I cling so hard to the family I’ve put together since then. I was so alone when my they threw me away. I don’t want to be alone again.”
“You aren’t. You’re less alone than ever. Boris loves you, and now I do too. Two people are more than one—that’s simple arithmetic.”
Thomas pulled him into an embrace, kissing him gently on the neck. “It is. I didn’t know it was possible to love two men at the same time, but I do.”
“You like having everything tidy and organized.”
“Oh, I do, do I?”
“This is allowed,” Hans said sternly. “That isn’t allowed. Other things are allowed on Tuesdays if it’s past sunset and the moon is full. It’s okay if the rules change, as long as they do so in an orderly fashion”
Like Reblog Comment
show activity (+)
quote 2019-02-22 23:31
“Is that what you want? To have your own place?”
“Isn’t it what you want?” Hans asked, his resolve weakening.
Thomas pulled him into an embrace. “Don’t be dumb. This is your home now. We agreed you’d move back into your room while the relatives were here, but as soon as they’re gone, Boris and I want you back in our bed.”
Hans sank gratefully against his broad chest, and a moment later, Boris pressed up against his back, making a Hans sandwich. He sighed contentedly.
“Did we not settle all this?” Boris asked “We love you. We are a family.”
“I know that,” Hans said, “but a lot of boyfriends live apart.”
Thomas squeezed him tight. “Not us.” He eased up, so Hans could breathe again. “We have plenty of room for you here. We want you to live with us.”
“Do you want that too, puppy?” Boris asked, nuzzling his nape.
Hans sighed. All of this rubbing together of bodies was causing his cock to swell. “Yes,” he said.
Then they made love
More posts
Your Dashboard view:
Need help?